Come Staccare Stampe dai Supporti

Nel secolo scorso era diffusa l’abitudine di incollare le stampe su vari supporti, come la tela, il cartone, il cartoncino, il legno, il vetro, per dare più consinstenza ai fogli indeboliti, per adattarli a un telaio in modo da incorniciarli e appenderli in modo sbrigativo. In questa guida ti spiegherò come staccare la stampa da un vecchio supporto, che può essere una grossa tela di lino.

Per verificare la fattibilità dell’intervento, devi provare a staccare la tela in un punto marginale: il distacco deve risultare netto e preciso. Quindi gira la stampa con l’illustrazione verso il piano di lavoro; afferra la stoffa partendo da un angolo superiore e tira leggermente verso di te con la mano destra, mentre con la sinistra tieni fermo il foglio. La forza dello strappo deve essere uniforme, senza movimenti improvvisi, e la tela devi tenerla sempre radente al piano e mai tirata verso l’alto.

Appena hai staccato la tela, il retro della stampa rivelerà antichi rattoppi, realizzati con carta grossa. Quindi è meglio che tu li rimuova e li sostituisca con altri nuovi e più precisi. Dopo aver preparato una soluzione di metilcellulosa abbastanza densa e gelatinosa, applicane una buona quantità sui vecchi restauri da entrambe le facce del foglio, prima quella anteriore e poi quella posteriore, lasciando riposare il prodotto per alcuni minuti, finchè la carta da asportare non sarà ammorbidita.

Adesso inizia a sollevare i pezzi aiutandoti con il bisturi e, man mano che si staccano, aggiungi altra metilcellulosa che inserirai con il pennello fra le due carte. Dopo aver rimosso il vecchio restauro, ripulisci la stampa con un pennello largo in modo da spazzare fuori dal foglio i residui della vecchia colla e l’emolliente. Quindi passa la superficie con una spugnetta inumidita.

Alcuni restauri asportati avranno rivelato degli stappi molto lunghi che rendono necessaria la foderatura; prima di procedere a questo intervento, però, gli strappi devono essere trattenuti affinchè non si scompongano peggiorando il danno. Quindi inumidisci la zona della rottura con una spugna ben strizzata, in questo modo la carta si dilata e permette la perfetta sovrapposizione dei lembi.

Disponi una striscia di carta velina sotto alla stampa in corrispondenza della rottura; distribuisci la soluzione di tylose e adesivo polivinilico sullo spessore del foglio, lungo lo strappo e infine sovrapponi un’altra striscia di velina sullo strappo stesso, facendo pressione con la stecca. Quando è asciutta, asporta la velina dal verso, ma lascia quella sul retro.